Asian Studies Group presenta "Tokyo Riders, vivere nella megalopoli, la percezione di una nuova estetica"

 MILANO 24/01/09 - 14/03/09

Venerdi 23 gennaio ore 19.00

Inaugurazione su invito e press reception con aperitivo

__________________________________________________
 

Sabato 24 gennaio 2009

apertura al pubblico

dalle 10.00 alle 19.00

__________________________________________________

 

25 gennaio -14 marzo su appuntamento

Tipologia d’evento: Mostra fotografica, proiezione e sound .

 

Allestimento: 20 scatti in un appassionato susseguirsi di spazi e sale.

 

Materiali: Equipaggiamento sonoro di richiamo alla realtà metropolitana di Tokyo e videoproiezione di scatti professionali a tema

 

Sede: Milano - Porta Venezia, in Via Eustachi 9 

 

Foto di Laura Liverani

 

 

Presso Sede dell’associazione Asian Studies Group 東洋学協会, in raffinato appartamento privato.

Per Info +393461295715 o info@asianstudiesgroup.net

 

Tokyo Riders racconta la metropoli così come viene riscritta quotidianamente dallo spostamento in massa di milioni di pendolari. E' una percezione della città sempre in movimento: lembi di paesaggio urbano che scorre veloce dal finestrino, volti tra la folla pendolare, sui binari e nei caffé delle stazioni.

 

Questo viaggio fotografico ha come punto di partenza Tokyo, per poi attraversare tutto il Giappone metropolitano: una mappatura schizofrenica della megalopoli pendolare.

 

Il concetto della mostra è strettamente correlato al progetto distintivo della nostra associazione: la promozione e valorizzazione delle realtà sociali contemporanee nei diversi paesi dell'asia orientale, focalizzate su aspetti che ogni giorno realizzano una nuova e concreta dimensione estetica, con cui interfacciarsi a livello comunicativo. La riflessione è ancora più calzante se riproposta nell’ottica del concetto di “bello” in Giappone così come la visione comune e internazionale ce la ripropone: donne misteriose intente nella cerimonia del thè, geisha silenziose e suadenti dai movimenti raffinati.

 

Il concept che introduciamo invece , attrarverso gli scatti presentati, mira a stravolgere un’immagine idealizzata e miCzzata e a tra6eggiare con più forza aspetti, vite in movimento nei suoni e nell’atmosfera della megalopoli giapponese.

 

Tokyo diviene così multiforme scenario di rinnovato e concreto vissuto estetico e ripropone attrraverso le immagini presentate, l’anima più vera del Giappone contemporaneo, a tratti contrastante, forte e inverosimilmente affascinante.

 

LO SGUARDO DI LAURA LIVERANI

Le sue fotografie sono apparse in riviste, supplementi e varie pubblicazioni in Europa, Cina e Hong Kong. E’ tra le sue ultime pubblicazioni “One Night in Beijing” (2008, Immersion Guides), libro fotografico che racconta Pechino in una sola notte, a cui hanno partecipato diversi fotografi internazionali Nel 2002 si aggiudica il premio Portfolio al Festival Foto di Savignano con un reportage sulle case popolari di Hong Kong. Nel 2006 il Consolato Generale d’Italia presenta il suo lavoro in una personale a Hong Kong, nell’ambito dell’Anno dell’Italia in Cina.

Oggi si divide tra Bologna e Tokyo.

 

MOSTRE PERSONALI

2006 “High Density”, The Economist Gallery, Fringe Club, Hong Kong - presentata dal Consolato Generale D’Italia a Hong Kong nell’ambito della manifestazione culturale “Anno dell’Italia in Cina”. Selezione da diversi reportage sulle realtà urbane di Hong Kong e Cina pubblicati e inediti realizzati tra il 2001 e il 2005. Recensioni: The Hong Kong Standard, Airport Magazine, South China Morning Post. Pubb. catalogo “Year of Italy in China”. 2005 “Towers” MiCamera, Milano. Reportage sui grattacieli popolari di Hong Kong. Recensioni: Arte, Urban, Fotocult, Il

Fotografo. 2004 “Villaggi Verticali”, Libreria Modo Infoshop, BolognaReportage sui centri commerciali a Hong Kong. Recensioni: La Repubblica (Bologna), Metro (Bologna).